Categorie

Cosa sono i bulloni flottanti? A cosa servono e cosa comportano? Cosa si rischia mettendoli?

Pubblicato il 07/03/2018

Con l'articolo di oggi cercheremo di fare chiarezza sull'utilizzo della bulloneria flottante cercando di rispondere a tre semplici domande.

- Cosa sono i bulloni flottanti?? 

Bulloni Flottanti o Dadi Flottanti si utuilizzano semplicemente per montare un cerchione con interasse differente a quello della propria vettura, ad esempio su 500 Abarth che è equipaggiata con interasse 4x98, grazie all'utilizzo dei bulloni flottanti è possibile montare dei cerchi con interasse 4x100.

- Servono a montare cerchi con interasse diverso dal mozzo? come funzionano e come sono fatti?

Come anticipato nella risposta precedente, l'utilizzo dei bulloni/dadi flottanti necessita quando si va a montare un cerchio con interasse differente da quello della propria vettura. Da non confondersi con la diversa misura del mozzo foro ruota.

Il funzionamento dei bulloni flottanti è molto semplice. Tramite l'anello conico (vedi figura) il bullone va a colmare la differenza di interasse ed a fissarsi sul mozzo della vettura senza causare alcun tipo di problema estetico o meccanico all'auto.

Ecco un immagine dimostrativa di come è fatto un bullone flottante:

vite bullone flottante per cambio interasse

- Cosa si rischia mettendoli?

Installare dei bulloni/dadi flottanti sulla propria auto non comporta assolutamente nessun rischio, c'è addirittura chi considera i flottanti meglio dei bulloni normali.

Infatti, molti cerchi in lega, essendo progettati per molteplici auto con differenti interassi, necessitano dell'utilizzo di bulloneria flottante per essere montati. 

Hai qualche dubbio sul bullone flottante adatto alla tua auto? Non ti preoccupare, contattaci al 0423722869 o vienici a trovare nel nostro negozio in Via Staizza n59 a Castelfranco Veneto, Treviso, Un Team di esperti saprà guidarti nella scelta corretta per la tua auto.

Resta connesso a cerchiperauto.it, seguici nei nostri canali social:

FACEBOOK INSTAGRAM TWITTER  YOUTUBE